Nokia N900, linux sotto il cofano, ditemi che non è figo!

Ebbene dopo anni di tablet con linux dentro finalmente Nokia fa il
grande passo, un cellulare (e che cellulare!) su piattaforma MAEMO. Ecco a voi il Nokia N900 :

Ditemi che non è figo se ne avete il coraggio!

Un cellulare

Nokia N900 aperto

Dal punto di vista dell’uomo della strada si tratta di un cellulare di ultimissima generazione, un cellulare che possiede tutto quello che potreste chiedergli :

  • Display touchscreen da 3.5″
  • Tastiera a scomparsa QWERTY (cioè con lo stesso layout usato nei normali computer)
  • Fotocamera da 5 megapixel con ottica Carl Zeiss (le foto vengono geotaggate grazie al GPS, cioè viene inserita la posizione in cui viene scattata nella foto)
  • Riproduce musica/video
  • Uscita TV
  • 32 GB di spazio per i vostri dati (TRENTADUE GIGABYTE!)
  • Radio FM
  • GPS
  • Wi-Fi (IEEE 802.11 b/g)
  • Bluetooth
  • Porta USB (micro-USB) per connetterlo al computer
  • Slot MicroSD (fino a 16 GB di spazio in più)
  • GPRS/UMTS/HSDPA (la stessa tecnologia usata dalle famigerate internet key per collegarsi ovunque ad alta velocità per capirci)
  • etc, etc, etc…

Di carne al fuoco ce n’è davvero tanta, potete leggere le specifiche tecniche sul sito Nokia.
Dovrebbe essere disponibile da ottobre a meno di 600 €.

La piattaforma MAEMO

A questo punto potreste benissimo dire : «embè? un cellulare come tanti», questo non è un cellulare come tanti perchè è il primo cellulare Nokia basato sulla piattaforma MAEMO (MAEMO 5, nome in codice “Fremantle”), una piattaforma software pensata per cellulari e dispositivi mobili. Questa piattaforma è basata su linux, ed in generale su software libero. Quindi il Nokia N900 può essere visto come un piccolo computer da portare sempre con noi e che sfrutta pesantemente le potenzialità di internet.

MAEMO è una piattaforma matura, Nokia vende internet tablet basati su questa piattaforma dal 1995 (Nokia 770, Nokia N800, e Nokia N810), l’N900 è però il passo evolutivo che chiude il cerchio poichè si tratta di un cellulare e non di un “giocattolino” per pochi eletti.

All’utente cosa frega se usa la piattaforma MAEMO? Frega eccome, il vantaggio sta nelle applicazioni disponibili. In più è disponibile l’SDK per svilupparne di nuove, la documentazione è abbondante, e la comunità è folta.

Cosa c’è da aspettarsi dal futuro? (MAEMO e Qt)

Lo sviluppo della piattaforma MAEMO chiaramente non si ferma qui, il prossimo passo sarà MAEMO 6 (nome in codice “Harmattan”) che, come annunciato di recente, sarà una versione di transizione che utilizzerà anche le librerie Qt oltre che le GTK+. L’intenzione di Nokia sembra infatti essere quella di migrare al framework Qt.

Per chi non lo sapesse il framework Qt è utilizzato per sviluppare applicazioni per GNU/Linux (oltre che per windows e mac), è sviluppato da Nokia ed è usato dal progetto KDE, da Google, da Skype, da Adobe, da VLC, etc, etc, etc…

Quello che io mi aspetto di vedere è un numero sempre crescente di cellulari basati su MAEMO e che questa piattaforma prenda sempre più piede.

Conclusioni

Nokia N900 Media Player

Si tratta di un cellulare figo, c’è poco da fare, prezzo nella norma per un cellulare del genere (anche se suppongo che diminuisca presto), in più oltre ad essere un bel cellulare il fatto che sia basato su linux ed in particolare su piattaforma MAEMO lo rendono un oggettino che in molti sogneranno la notte. Interessante.

[Immagini prese da Nokia Conversations]
{lang: 'it'}


Puoi seguire le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.
Puoi anche lasciare un commento, o creare un trackback dal tuo sito.

6 Risposte a “Nokia N900, linux sotto il cofano, ditemi che non è figo!”



Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*