Flattr: Funzionamento, utilizzo in ambito FOSS e diffusione

Che cavolo è Flattr?

Avete sentito parlare di Flattr? Se dovessi sintetizzare al massimo lo definirei un digg paypallizzato, lo so è una definizione orrenda, ma se volete una definizione di 3 parole accontentatevi.

Flattr logo

Credo comunque che renda bene l’idea, prendete un sistema che permette con un click di esprimere il vostro apprezzamento per qualcosa e aggiungete il fatto che i vostri click corrispondono ad una micro-donazione.

Principio di funzionamento

Il sistema è secondo me è tanto semplice quanto geniale:

  1. Ogni utente mette a disposizione una quota mensile, quota che può essere anche molto bassa (2 € al mese, non sono tanti)
  2. Durante l’arco del mese quando si trova qualcosa che vale la pena sponsorizzare semplicemente si clicca sul pulsante Flattr
  3. Alla fine del mese la nostra quota mensile viene divisa per il numero di click e donata ai rispettivi proprietari del pulsante.

Un alternativa alle donazioni via PayPal

PayPal è un sistema di pagamento elettronico che ha molti pregi, molti progetti lo utilizzano per ricevere donazioni e quindi finanziarsi ma ha un grosso limite: Non va bene per effettuare micro-donazioni.
Le commissioni sono troppo alte per pagamenti di piccole somme di denaro, quindi donazioni nell’ordine dei centesimi/pochi euro non hanno senso.

Usare PayPal significa dover scegliere quanto donare e a chi (cioè non puoi donare a tutti quelli che se lo meriterebbero), con Flattr è tutto più semplice: decidi a chi donare cliccando e il quanto è determinato dalla quota mensile che scegli di donare.

Possibili utilizzi in ambito Free Software

È chiaro che un sistema che permette con un click di donare piccole quantità di denaro è l’ideale per supportare tutte quelle persone che ogni giorno rilasciano codice, creano grafica, scrivono o traducono documentazione, forniscono supporto agli utenti, etc etc…spesso gratis.

Flattr è abbastanza versatile da permettere di essere usato per qualsiasi cosa, alcuni hanno già inserito il pulsante Flattr nei repository Gitorious o nella propria firma sui forum, c’è chi pensa ad integrarlo nel Software Center di Ubuntu (ottima idea secondo me), c’è chi lo vorrebbe come sistema per finanziare chi sviluppa estensioni per Firefox o WordPress e chi più ne ha più ne metta.

Qualcuno ha già messo su una newsletter mensile per essere aggiornati sul software libero/open source che è possibile Flattr-are : Flattr FOSS

Diffusione

La beta è disponibile da 7 mesi (10 febbraio), il progetto è quindi giovane ma nonostante questo c’è molto interesse attorno a Flattr, sono diversi mesi già che vedo pulsanti Flattr in giro per internet, adesso (dal 12 agosto) che chiunque può iscriversi senza invito sono sicuro che il servizio si diffonderà molto.

Usando Flattr non si può fare a meno di notare la sua diffusione in Germania.
In Italia siamo ancora pochini ma spero che con questo articolo abbia contribuito alla sua diffusione, se produci contenuti (blogger, musicista, grafico, sviluppatore, etc…) usalo anche tu! (potresti guadagnare qualcosa se quel che produci piace)

PS: Quasi dimenticavo, ho già integrato Flattr negli articoli (come avrete notato) e scritto una pagina per chi volesse dimostrare il suo apprezzamento così.

{lang: 'it'}


Puoi seguire le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.
Puoi anche lasciare un commento, o creare un trackback dal tuo sito.

12 Risposte a “Flattr: Funzionamento, utilizzo in ambito FOSS e diffusione”



Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*