Feeds, aggregatori, produttività e…Google Reader!

I feed RSS/Atom si sa, sono una risorsa preziosa se si vuole che le notizie che ci interessano arrivino direttamente a noi piuttosto che perdere tempo per cercarle. Ma quale aggregatore usare?

Soluzione 1: Applicazione classica

OK ci sono alcune applicazioni valide, ad esempio io di recente ho provato ad usare calibre, devo anche dire che ha alcune caratteristiche interessanti.

Il problema è che è un programma pensato sopratutto per la gestione di eBook. L’idea di fare come delle “istantanee” periodiche delle fonti significa ritrovarsi sommersi da questi snapshot. La cosa è un po’ stressante e di certo l’interfaccia del programma non aiuta.

Contro: Al di là dello specifico esempio di calibre resta un problema di fondo: comunque spessimo si finisce sul sito d’origine della notizia quindi comunque si utilizza anche un browser.
Pro: Il lato positivo di questa soluzione è che potrete consultare le vostre notizie anche senza una connessione ad internet nella maggior parte dei casi.

Soluzione 2: Browser web

La soluzione più grezza è quella di utilizzare i preferiti del vostro browser, alcuni browser invece hanno un lettore di feed integrato.

Ho provato ad usare quello di Firefox ma non ci sono molti vantaggi rispetto all’utilizzare direttamente i preferiti.

Questo non è necessariamente un difetto, un browser non è un aggregatore di notizie, anche se uno integrato degno di questo nome sarebbe comodo (comunque esistono estensioni per Firefox scritte per questo).

Contro: Sarete costretti ad usare pesantemente il menu dei segnalibri, ed esiste il rischio tangibile di diventare dei bestemmiatori incalliti.
Pro: Se riuscite ad usarlo potrete andare in giro a vantarvene e le donne penseranno che siete proprio fighi!

Soluzione 3: Google Reader

Google Reader è un aggregatore di notizie, un applicazione web per la precisione, anzi, una signora applicazione web. Ne avevo sentito parlare ma solo provandolo per qualche ora ho potuto capire quanto può essere utile.

Innanzitutto è un applicazione web e quindi passare da Google Reader ad una delle notizie che si sta leggendo è un operazione indolore.

Una cosa che mi ha colpito molto e che me ne ha fatto innamorare e la possibilità di usare la tastiera, non parlo solo di usarla per operazioni più semplici:

  • con J/K si passa rispettivamente all’articolo successivo ed a quello precedente
  • con O si apre/chiude l’articolo per vedere/nascondere il testo
  • premendo il tasto V si aprirà la notizia nel sito d’origine
  • con T si può taggare la notizia. Per vedere le notizie con una specifica etichetta si dovranno premere in sequenza G e T e poi scrivere il nome del tag (la G sta per go mentre la T per tag).
  • con S si marca come speciale una notizia. Per vedere le notizie speciali si può premere in successione G e poi S (la S sta per special)
  • Per la lista completa delle scorciatoie potete premere ?.

Infine un’altra cosa estremamente interessante è la possibilità di condividere le notizie che secondo noi vale la pena di consigliare con molta semplicità. La cosa che trovo interessante è che queste notizie vanno a confluire tutte in un proprio canale di notizie condivise, ad esempio questo è il mio (lo trovate anche qui a lato sotto “Articoli consigliati”) e che è possibile aggiungere delle note. Insomma un modo veloce per segnalare articoli interessanti.

Contro: Applicazione web chiusa (o mi sbaglio?)
Pro: Gli standard web in tutto il loro splendore, AJAX a volontà, utilizzo di scorciatoie da tastiera che rendono le cose molto veloci, possibilità di creare un proprio canale di notizie interessanti senza dover mettere su un blog, produttività assicurata!

Bonus Point: Readability e Adblock plus

Se a questo punto volete raggiungere il nirvana allora vi consiglio di utilizzare:

  • Readability – Permette di aumentare la leggibilità del testo e di eliminare il superfluo. Potete scegliere le impostanzio sul sito e poi aggiungere il bookmarklet ai vostri preferiti, fatto questo quando siete su una pagina e volete usare readability basterà scegliere questo preferito. Esiste anche come estensione per Firefox (e forse altri browser).
  • Adblock Plus – Questa estensione invece blocca la pubblicità facendovi risparmiare banda ed evitare distrazioni (potete però disabilitarla per alcuni siti che volete supportare tramite la pubblicità)

Conclusioni

L’articolo finisce qui, queste sono alcune delle considerazioni e delle esperienze che ho fatto per cercare di contrastare l’information overload che ormai impazza.

Voi cosa ne pensate? Sono veramente curioso di capire quali sono le vostre abitudini e come vi tenete aggiornati senza perdere ore e/o stressarvi, avete qualche consiglio da darmi?

{lang: 'it'}


Puoi seguire le risposte a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.
Puoi anche lasciare un commento, o creare un trackback dal tuo sito.

21 Risposte a “Feeds, aggregatori, produttività e…Google Reader!”



Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*